CDIH

Centro Documentazione Informazione Handicap

Il Centro Documentazione Informazione Handicap (CDIH) supporta le persone con disabilità, le loro famiglie, le istituzioni, gli operatori del settore, le associazioni, le scuole ed i cittadini con risposte, informazioni e orientamento su diritti, agevolazioni, inclusione, servizi dedicati e opportunità accessibili.

I NOSTRI SERVIZI

Il Centro Documentazione Informazione Handicap (CDIH) è un luogo in cui le persone con disabilità, le loro famiglie, le istituzioni, gli operatori del settore, le associazioni, le scuole ed i cittadini tutti possono sentirsi accolti e supportati nel cercare risposte, ricevere informazioni e orientamento sulle principali tematiche che riguardano la disabilità: diritti, agevolazioni, inclusione, servizi dedicati e opportunità accessibili.

Il CDIH si propone come polo culturale, luogo di riferimento, elemento di connessione tra i servizi, le istituzioni ed i cittadini. Il progetto è promosso dall’Ambito Territoriale Sociale 1 che lo sostiene dal 1995 ed è gestito dalla Labirinto cooperativa sociale. La sede del CDIH è messa a disposizione dalla Fondazione Noi:Domani.

CDIH porta avanti un lavoro di continua ricerca e analisi dei bisogni che nascono intorno alla disabilità, bisogni in continua evoluzione e che dovrebbero determinare conseguenti cambiamenti della nostra realtà territoriale: un territorio inclusivo ed accogliente nei confronti della persona con disabilità, è un territorio attento a tutti i cittadini. Oltre a luogo di informazione e orientamento, progettiamo e facciamo ricerca per conoscere, integrare e connettere le risorse già disponibili e quelle da sviluppare, sulla base dei bisogni emergenti.

Tutti i servizi del CDIH sono gratuiti.

Un luogo per chiedere…

Sono una persona con disabilità:

  • esistono servizi per me?
  • come vi si accede?
  • quali ausili potrebbero essermi utili? Come ottenerli?
  • ma dopo la scuola cosa faccio?
  • un lavoro per me, esiste?
  • c’è un’associazione di tutela a cui mi posso rivolgere?
  • dove posso andare in vacanza o fare sport?
  • chi mi può aiutare a conoscere e svolgere pratiche amministrative?

Queste sono solo alcune delle domande a cui lo sportello informativo InfoACCADE dà risposta.
Il nostro obiettivo è offrire alla famiglia e alla persona con disabilità un sostegno alla ricerca e alla conoscenza delle risorse territoriali, offrendo la possibilità di accedere a informazioni che riguardano tutti gli aspetti della vita della persona.

Un luogo per fare…

Nella nostra sede puoi inoltrare le pratiche per:

  • assegno sociale
  • indennità d’accompagnamento
  • assegno sociale per invalidi civili
  • indennità di frequenza
  • pensioni per persone sorde
  • indennità di comunicazione
  • pensione per ciechi civili assoluti e parziali
  • indennità di accompagnamento per persone cieche

Su appuntamento, una collaboratrice di Piattaforma Solidale cura la compilazione e l’inoltro della pratica.

Questo spazio è dedicato all’incontro, alla condivisione e al confronto tra genitori di bambine e bambini, ragazze e ragazzi e persone adulte con disabilità.
È uno spazio in cui il gruppo si apre a uno scambio di emozioni ed esperienze.
È un tempo per prendersi cura di sé, di chi ci sta accanto e lasciare che qualcuno si prenda cura di noi.
I componenti del gruppo e gli operatori costruiscono insieme una relazione di fiducia che permette ai genitori di portare nell’incontro, esperienze, vissuti e la storia personale,  condividendo la ricerca di strategie utili per affrontare le problematicità e favorire il processo di espressione e interpretazione dei propri sentimenti.
L’incontro è un laboratorio di pensieri ed emozioni, dove poter trovare confronto, condivisione, sollievo e socializzazione grazie alla conduzione professionale di due psicologhe.
Gli incontri si svolgono ogni 3 settimane e si svolgono in un’ora e trenta minuti circa; ogni appuntamento è caratterizzato da un tema vicino al vivere quotidiano della famiglia.
Il gruppo è aperto a tutti i familiari che avranno desiderio di farne parte.

La sede del CDIH ospita la Biblioteca specializzata sui temi della disabilità con circa 1500 elementi tra testi e riviste.

Sfoglia la Gallery

Tra le sezioni, spicca quella dedicata agli albi illustrati sulla tematica dell’inclusione. Donazioni di libri ed elaborati di tesi di laurea sono sempre ben accette. La biblioteca è gestita dalle persone che frequentano il centro diurno Movimhandicap; si accede su appuntamento. Consulta il nostro catalogo on line.

Comunicazione Aumentativa Alternativa

La Biblioteca del CDIH ha sottoscritto il Patto per la diffusione della Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA), un sistema multimodale che interviene nei contesti di vita. La Biblioteca si impegna nel territorio pesarese, sostiene e promuove l’utilizzo di questa modalità comunicativa sin dalla prima infanzia. La Biblioteca dispone di un computer con il programma Symwriter per produrre testi in simboli. Vieni a scoprire i nostri libri

Documentazione

Il CDIH mette a disposizione di tutti, in primis, delle famiglie con bambine e bambini, ragazze e ragazzi e persone adulti disabili, documentazione sui centri di principale interesse per chi convive, si occupa e si pre-occupa di disabilità. Insieme ai testi è possibile consultare la raccolta delle progettualità educative sul tema della disabilità, sviluppate nei servizi del nostro territorio, i percorsi formativi sostenuti dagli operatori e un archivio di buone prassi sulla maggiore inclusività sociale, legate alla disabilità. La documentazione include una sezione dedicata a tesi di laurea consultabili nella Biblioteca del CDIH.

Altri servizi

  • Postazioni informatiche
  • Servizio stampa e fotocopie
  • Disponibilità programma Symwriter
  • Possibilità di ritiro e consegne a domicilio
  • Informazioni e Consulenza online

Il CDIH vuole farsi promotore di cultura, organizzando incontri pubblici di riflessione e confronto su tematiche inerenti la disabilità. Le iniziative sono organizzate in collaborazione con l’associazione GENìA

infoaccade – sportello informativo e di orientamento, inoltro pratiche invalidità

Un luogo per chiedere…
sono una persona con disabilità. esistono servizi per me? come vi si accede?
quali ausili potrebbero essermi utili? come ottenerli?
ma dopo la scuola cosa faccio?
un lavoro per me, esiste?
c’è un’associazione di tutela a cui mi posso rivolgere?
dove posso andare in vacanza o fare sport?
chi mi può aiutare a conoscere e svolgere pratiche amministrative?

Queste sono solo alcune delle domande a cui lo sportello informativo InfoACCADE dà risposta.
Il nostro obiettivo è offrire alla famiglia e alla persona con disabilità un sostegno alla ricerca e alla conoscenza delle risorse territoriali, offrendo la possibilità di accedere a informazioni che riguardano tutti gli aspetti della vita della persona.

Un luogo per fare…
Nella nostra sede puoi inoltrare le pratiche per:

  • assegno sociale
  • indennità d’accompagnamento
  • assegno sociale per invalidi civili
  • indennità di frequenza
  • pensioni per persone sorde
  • indennità di comunicazione
  • pensione per ciechi civili assoluti e parziali
  • indennità di accompagnamento per persone cieche

Su appuntamento, una collaboratrice di Piattaforma Solidale cura la compilazione e l’inoltro della pratica.

scambi di parole: gruppi di incontro per genitori

Questo spazio è dedicato all’incontro, alla condivisione e al confronto tra genitori di bambine e bambini, ragazze e ragazzi e persone adulte con disabilità.
È uno spazio in cui il gruppo si apre a uno scambio di emozioni ed esperienze.
È un tempo per prendersi cura di sé, di chi ci sta accanto e lasciare che qualcuno si prenda cura di noi.
I componenti del gruppo e gli operatori costruiscono insieme una relazione di fiducia che permette ai genitori di portare nell’incontro, esperienze, vissuti e la storia personale e condividere la ricerca di strategie utili per affrontare le problematicità e favorire il processo di espressione e interpretazione dei propri sentimenti.
L’incontro è un laboratorio di pensieri ed emozioni, dove poter trovare confronto, condivisione, sollievo e socializzazione grazie alla conduzione professionale di due psicologhe.
Gli incontri si svolgono ogni 3 settimane e si svolgono in un’ora e trenta minuti circa; ogni appuntamento è caratterizzato da un tema vicino al vivere quotidiano della famiglia.
Il gruppo è aperto a tutti i famigliari che avranno desiderio di farne parte.

biblioteca

La sede del CDIH ospita la Biblioteca specializzata sui temi della disabilità con circa 1500 elementi tra testi e riviste.

Tra le sezioni, spicca quella dedicata agli albi illustrati sulla tematica dell’inclusione. Donazioni di libri ed elaborati di tesi di laurea sono sempre ben accette.

La biblioteca è gestita dalle persone che frequentano il centro diurno Movimhandicap, si accede su appuntamento.

Consulta il nostro catalogo on line

Comunicazione Aumentativa Alternativa

La Biblioteca del CDIH ha sottoscritto il Patto per la diffusione della Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA), un sistema multimodale che interviene nei contesti di vita.

La Biblioteca si impegna nel territorio pesarese, sostiene e promuove l’utilizzo di questa modalità comunicativa sin dalla prima infanzia.

La Biblioteca dispone di un computer con il programma Symwriter per produrre testi in simboli.

 

Documentazione
Il CDIH mette a disposizione di tutti, in primis, delle famiglie con bambine e bambini, ragazze e ragazzi e persone adulti disabili, documentazione sui centri di principale interesse per chi convive, si occupa e si pre-occupa di disabilità.

Insieme ai testi è possibile consultare la raccolta delle progettualità educative sul tema della disabilità, sviluppate nei servizi del nostro territorio, i percorsi formativi sostenuti dagli operatori e un archivio di buone prassi sulla maggiore inclusività sociale, legate alla disabilità.
La documentazione include una sezione dedicata a tesi di laurea consultabili nella Biblioteca del CDIH. Link a documento PDF con titoli tesi di laurea.

Altri servizi

Postazioni informatiche
Servizio stampa e fotocopie
Disponibilità programma Symwriter
Possibilità di ritiro e consegne a domicilio
Informazioni e Consulenza online

ORGANIZZAZIONE E PROMOZIONE DI EVENTi CULTURALI

Il CDIH vuole farsi promotore di cultura, organizzando incontri pubblici di riflessione e confronto su tematiche inerenti la disabilità. Le iniziative sono organizzate in collaborazione con l’associazione GENìA

Un luogo per chiedere… sono una persona con disabilità. esistono servizi per me? come vi si accede? quali ausili potrebbero essermi utili? come ottenerli? ma dopo la scuola cosa faccio? un lavoro per me, esiste? c’è un’associazione di tutela a cui mi posso rivolgere? dove posso andare in vacanza o fare sport? chi mi può aiutare a conoscere e svolgere pratiche amministrative? Queste sono solo alcune delle domande a cui lo sportello informativo InfoACCADE dà risposta. Il nostro obiettivo è offrire alla famiglia e alla persona con disabilità un sostegno alla ricerca e alla conoscenza delle risorse territoriali, offrendo la possibilità di accedere a informazioni che riguardano tutti gli aspetti della vita della persona. Un luogo per fare… Nella nostra sede puoi inoltrare le pratiche per:
  • assegno sociale
  • indennità d’accompagnamento
  • assegno sociale per invalidi civili
  • indennità di frequenza
  • pensioni per persone sorde
  • indennità di comunicazione
  • pensione per ciechi civili assoluti e parziali
  • indennità di accompagnamento per persone cieche
Su appuntamento, una collaboratrice di Piattaforma Solidale cura la compilazione e l’inoltro della pratica.

Questo spazio è dedicato all’incontro, alla condivisione e al confronto tra genitori di bambine e bambini, ragazze e ragazzi e persone adulte con disabilità.
È uno spazio in cui il gruppo si apre a uno scambio di emozioni ed esperienze.
È un tempo per prendersi cura di sé, di chi ci sta accanto e lasciare che qualcuno si prenda cura di noi.
I componenti del gruppo e gli operatori costruiscono insieme una relazione di fiducia che permette ai genitori di portare nell’incontro, esperienze, vissuti e la storia personale e condividere la ricerca di strategie utili per affrontare le problematicità e favorire il processo di espressione e interpretazione dei propri sentimenti.
L’incontro è un laboratorio di pensieri ed emozioni, dove poter trovare confronto, condivisione, sollievo e socializzazione grazie alla conduzione professionale di due psicologhe.
Gli incontri si svolgono ogni 3 settimane e si svolgono in un’ora e trenta minuti circa; ogni appuntamento è caratterizzato da un tema vicino al vivere quotidiano della famiglia.
Il gruppo è aperto a tutti i famigliari che avranno desiderio di farne parte.

La sede del CDIH ospita la Biblioteca specializzata sui temi della disabilità con circa 1500 elementi tra testi e riviste. [sp_wpcarousel id=”4261″] Tra le sezioni, spicca quella dedicata agli albi illustrati sulla tematica dell’inclusione. Donazioni di libri ed elaborati di tesi di laurea sono sempre ben accette. La biblioteca è gestita dalle persone che frequentano il centro diurno Movimhandicap, si accede su appuntamento. Consulta il nostro catalogo on line Comunicazione Aumentativa Alternativa La Biblioteca del CDIH ha sottoscritto il Patto per la diffusione della Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA), un sistema multimodale che interviene nei contesti di vita. La Biblioteca si impegna nel territorio pesarese, sostiene e promuove l’utilizzo di questa modalità comunicativa sin dalla prima infanzia. La Biblioteca dispone di un computer con il programma Symwriter per produrre testi in simboli. Vieni a scoprire i nostri libri Documentazione Il CDIH mette a disposizione di tutti, in primis, delle famiglie con bambine e bambini, ragazze e ragazzi e persone adulti disabili, documentazione sui centri di principale interesse per chi convive, si occupa e si pre-occupa di disabilità. Insieme ai testi è possibile consultare la raccolta delle progettualità educative sul tema della disabilità, sviluppate nei servizi del nostro territorio, i percorsi formativi sostenuti dagli operatori e un archivio di buone prassi sulla maggiore inclusività sociale, legate alla disabilità. La documentazione include una sezione dedicata a tesi di laurea consultabili nella Biblioteca del CDIH. Link a documento PDF con titoli tesi di laurea Altri servizi Postazioni informatiche Servizio stampa e fotocopie Disponibilità programma Symwriter Possibilità di ritiro e consegne a domicilio Informazioni e Consulenza online CONTATTI via Sirolo 5, 61122 Pesaro Telefono: 342 8413162 Mail: cdih@labirinto.coop Informazioni e Consulenza online: bibliotecacdih@labirinto.coop Orario di apertura: su appuntamento3

Il CDIH vuole farsi promotore di cultura, organizzando incontri pubblici di riflessione e confronto su tematiche inerenti la disabilità. Le iniziative sono organizzate in collaborazione con l’associazione GENìA

Contattaci

CDIH
Centro Documentazione Informazione Handicap

via Sirolo, 5 – 61122 – Pesaro (PU) 
Telefono: 342 8413162 
Mail: cdih@labirinto.coop
Informazioni e Consulenza online: bibliotecacdih@labirinto.coop

Orario di apertura biblioteca: su appuntamento.

I nostri progetti

La qualità dell’inclusione scolastica negli istituti comprensivi dell’Ambito Territoriale Sanitario 1 di Pesaro

La storia
Il progetto è nato nel 2006 da una proposta definita dalla Labirinto cooperativa sociale e condivisa con il Servizio Politiche Educative del Comune di Pesaro e l’Ambito Territoriale Sociale, dall’esigenza di condividere punti di vista omogenei sull’integrazione scolastica degli alunni con disabilità, scegliendo di studiare e implementare un insieme di indicatori formulati, elaborati e concordati dal gruppo di ricerca, per mappare la Qualità dell’integrazione.
Il lavoro in rete ha permesso di elaborare strumenti di rilevazione della qualità dell’inclusione nelle classi in cui è inserito un alunno con disabilità, dalla scuola dell’infanzia alla secondaria di primo grado. Grazie agli strumenti costruiti insieme nel corso del progetto, l’équipe di insegnanti di ogni classe in cui vi è inserito un bambino/ragazzo con disabilità riesce ogni anno a fotografare come ha lavorato. Da qui nascono poi le eventuali azioni di miglioramento.
Nell’ultimo anno di indagine, nei 12 istituti comprensivi dell’Ambito di Pesaro, sono stati raccolti dati per il monitoraggio dell’inclusione su 317 alunni con disabilità: 50 della scuola dell’infanzia, 154 della scuola primaria e 113 della scuola secondaria di primo grado.
Il CDIH coordina il progetto, raccoglie, rielabora e restituisce gli elementi rilevati a ciascun istituto comprensivo.

 

Il presente ed il futuro
Il continuo scambio di pensieri e confronto con i referenti delle scuole ha fatto emergere come gli strumenti sino ad ora utilizzati non siano più rappresentativi a pieno dell’attuale pratica inclusiva.
La nuova normativa sull’inclusione scolastica DLGS 96/2016 chiede agli istituti di adoperarsi per la rilevazione della qualità dell’inclusione e propone come riferimento il modello bio-psico-sociale. Il modello pone l’attenzione su due particolari funzioni: l’autodeterminazione e l’accomodamento ragionevole.
Sulla base di ciò, il progetto sta vivendo una fase di riformulazione. L’obiettivo è creare un nuovo strumento di rilevazione e monitoraggio della qualità dell’inclusione scolastica per integrare nuovi elementi, alle dimensioni già indagate.
Il CDIH, il Centro Territoriale per l’Inclusione di Pesaro e gli istituti comprensivi aderenti saranno supervisionati in questo percorso dal psicopedagogista Stefan Von Prondzinski, esperto sulla disabilità sensoriale multipla, consulente della Fondazione ASPHI Bologna per le tecnologie per l’inclusione delle persone con disabilità e la sperimentazione di tecnologie innovative, formatore sui temi della Classificazione Internazionale del Funzionamento, della disabilità e della salute.
Von Prondzinski seguirà in un percorso formativo i docenti ed i gruppi di lavoro che verranno individuati per condurli alla formulazione del un nuovo strumento di monitoraggio della qualità dell’inclusione nelle scuole del nostro territorio. A partire dall’anno scolastico 2020/2021 anche alcune scuole secondarie di secondo grado entreranno a far parte del progetto.

News in evidenza