Si apre il 9 maggio alle ore 21, alla sala Pasolini del Cinema Sperimentale di Pesaro, la quarta edizione la rassegna cinematografica del Dsm di Pesaro

Il 9 maggio alle ore 21, alla sala Pasolini del Cinema Sperimentale di Pesaro, in via Rossini 20, si apre la quarta edizione della rassegna cinematografica “Guardare con la mente” ideata dal Dipartimento di Salute mentale dell’Area Vasta 1 dell’Asur e sostenuta dal Comune di Pesaro e dalle cooperative sociali Alpha, Labirinto e T41b.

Inaugura la rassegna il film del 2015 “Poli Opposti” di Max Croci: Stefano e Claudia fanno due lavori che, apparentemente, non potrebbero essere più diversi: lui è un terapista di coppia che si è appena separato dalla moglie, lei un avvocato divorzista e madre single. I loro uffici, con annessa abitazione, si ritrovano sullo stesso pianerottolo. L'antipatia (e l'attrazione) reciproca sono immediate, e a queste si aggiunge la rivalità professionale quando i pazienti dell'una cominciano a rivolgersi all'altro, e viceversa. Ma i poli opposti sono destinati ad avvicinarsi.

Il 16 maggio il secondo e ultimo film: “Amiche da morire”, anno 2013, regia di Giorgio Farina che vede Cristina Capotondi, Claudia Gerini e Sabrina Impacciatore nei panni di Olivia, Linda e Crocetta, tre donne del Sud Italia che affrontano situazioni rocambolesche con una grande solidarietà femminile.

“Il cinema - osserva lo psichiatra Claudio Santilli, nell’opuscolo che verrà distribuito durante le proiezioni - ha sempre avuto un forte impatto sull’opinione comune nei confronti della psichiatria. Non è un mistero che pellicole come Qualcuno volò sul nido del cuculo hanno contribuito al percorso di deistituzionalizzazione al pari dei movimenti per i diritti dei malati”.

Scarica il PDF