Labirinto partecipa al progetto della coop sociale Nuova Ricerca - Agenzia RES

Prendono il via in questi giorni i primi moduli del percorso formativo che Agenzia RES, con la collaborazione di altri soggetti del territorio europeo e marchigiano, tra cui la cooperativa Labirinto, ha voluto impostare con il nome di “Officina di Sociale Evoluto”. Spiegando il nome scelto per l’iniziativa, gli organizzatori sottolineano che "questo percorso è concepito come uno spazio di elaborazione e di costruzione di strumenti e ipotesi di intervento sociale.

Quindi:
Officina - perché concepiamo il momento formativo come un processo di co-costruzione di significati e di apprendimento cooperativo e non come trasmissione di contenuti completamente confezionati.
Sociale - perché è per le persone e con le persone che lavoriamo ed elaboriamo il nostro pensiero.
Evoluto - perché abbiamo l’ambizione di mirare alto: vogliamo, insieme a chi avrà voglia di accompagnarci, definire contenuti al passo con le riflessioni più avanzate. Per questi motivi abbiamo scelto di farci guidare da esperti che esprimono il punto più alto rispetto allo specifico degli interventi formativi che abbiamo loro richiesto”.

"Tre capisaldi dunque – spiegano ancora gli organizzatori - hanno ispirato la costruzione di questo percorso:
L’idea di attivare una stagione di innovazione sociale nel nostro territorio rispetto ai temi che crediamo essenziali: l’animazione di comunità come immersione dei servizi nel lago sociale in cui nuotano; una nuova idea di abitare, per ridiscutere i nostri legami di prossimità; le problematiche socio-sanitarie emergenti sulle quali si richiedono risposte nuove e al passo con i bisogni.
La necessità di approfondire i contenuti e le competenze del lavoro sociale per tornare ad una centratura forte sul bisogno dopo una lunga ubriacatura da prestazioni, dalla quale è conseguita la perdita di attenzione per i significati e per la cura delle nuove domande e fragilità sociali.
L’intento di ripensare un’impresa sociale responsabile e dialogante. Un dialogo basato sulla valutazione e sul racconto della propria azione, nella ricerca di un costante adeguamento e miglioramento degli impatti che questa determina verso i beneficiari, verso il sistema interno dei soci ed operatori e verso la comunità territoriale in senso più ampio.

Otto quindi sono le “officine” che verranno aperte agli operatori sociali:
1. Officina delle finalità
2. Officina delle relazioni individuali e di gruppo
3. Officina della documentazione
4. Officina della gestione di impresa
5. Officina della qualità
6. Officina dell’animazione di comunità
7. Officina dell’intervento sanitario
8. Officina dell’innovazione sociale.

È possibile consultare l'offerta formativa, selezionando i moduli più adatti alla crescita professionale di ciascuno, scaricando il programma completo in allegato.

Per informazioni

agenziares.it

Scarica la brochure